venerdì 15 aprile 2016

Recensione La lanterna Sonnenglas 






  • Ideale come decorazione o fonte d'illuminazione aggiuntiva per attività all'aperto
  • Consente di leggere senza sforzo una pagina di formato A4 in condizioni di completa oscurità
  • Un'ora di irradiazione solare diretta = un'ora di luce (in estate)
  • Interruttore di accensione e spegnimento magnetico privo di pezzi soggetti a usura
  • Prodotto di commercio equo e solidale fabbricato in maniera equa e responsabile
  • Handmade with love in Sudafrica  


La lanterna Sonnenglas di giorno immagazzina energia solare tramite apposite celle solari situate sul coperchio, per poi rilasciarla di notte sotto forma di luce attraverso le lampade LED integrate. Le quattro lampade LED a energia solare generano una luce piacevole e intensa che consente la lettura al buio senza sforzo. Questo metodo di produzione di luce è sostenibile , fornisce un modo semplice di generare luce e divertirsi a personalizzare la lampada e l’ambiente . Perchè la lampada può essere aperta e al suo interno posizionare tutto ciò che vogliamo io ho inserito dei petali di rosa



Per questo la lanterna Sonnenglas è l'ideale come lampada da giardino, come fonte d'illuminazione per grigliate all'aperto e gite in campeggio, oppure come splendido elemento decorativo a casa propria.








 Essendo tutta l'elettronica incorporata nel coperchio, al proprio interno Sonnenglas offre spazio aggiuntivo per la realizzazione di idee decorative personali, per allestimenti eleganti, oppure per la conservazione di un souvenir delle vacanze o di monete e altri piccoli oggetti.
Specificazioni

  • Rendimento del modulo fotovoltaico: 100 mA / 4V
  • Capacità delle batterie ricaricabili incorporate: 600 mAh / 1,2V
  • Progettato per 500 cicli di carica (caricamento e scaricamento completi)
  • Durata di ricarica delle batterie ricaricabili: 6 - 12 ore a seconda del tempo atmosferico
  • Protezione da sovraccarico
  • Intensità luminosa: 0,5 candele (normalmente è di gran lunga più luminosa, essendo le lampade LED sorgenti luminose direzionali)
  • Ambito di utilizzo: da -20°C fino a +35°C
  • Guarnizione in gomma per proteggere l'elettronica da umidità e pioggia
  • Il barattolo di vetro (senza coperchio) e la struttura in fil di ferro sono lavabili in lavastoviglie
  • Capacità barattolo di vetro: 1 litro
  • Altezza: ca. 18 cm
  • Diametro 11,5 cm       
  • CE


Noi la teniamo sul tavolino del terrazzo ci piace tantissimo 
 E’ bellissima come regalo.
E’ anche eco sostenibile…. la adoro….!
Vi lascio i link e vi mando un grosso bacio alla prossima :-*
SITO INTERENET: https://solar-jar.com/

mercoledì 6 aprile 2016

 Saccottini



Per una dolce colazione, ho preparato delle morbidissime brioches che, insieme ai croissant, rappresentano un vanto della pasticceria francese: i saccottini, o pain au chocolat!
I saccottini sono piccoli e soffici rettangoli di pasta lievitata, sfogliata con il burro, ripieni con due barrette di cioccolato, noi abbiamo usato il fondente ma potrete usare il cioccolato al latte o il gianduia, a seconda dei vostri gusti. L'impasto richiede un tempo di riposo lungo, in cui la lievitazione si alterna alla piegatura della pasta, per ottenere una consistenza simile alla brioche all'interno e una crosticina leggera, più croccante all'esterno.

Ingredienti per 10 saccottini
Farina manitoba o 0 350 gr
Farina 00 150 gr
Zucchero semolato 60 gr
Latte in polvere 10 gr
Sale 12 g
Burro a temp ambiente 100 gr
Lievito di birra disidratato 7 gr (fresco 25 gr)
Acqua fredda 230 ml
Burro freddo da frigorifero per la sfogliatura 250 gr
PER IL RIPIENO
Cioccolato fondente (o al latte o gianduia) 160 gr
PER SPENNELLARE E SPOLVERIZZARE
Uova 1 medio
Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Saccottini
Per preparare i saccottini, iniziate a sciogliere il lievito di birra in metà dose di acqua (1-2), mentre nella restante acqua sciogliete il sale (3).
Saccottini
Nella tazza di una planetaria munita di foglia (se non l'avete impastate in una ciotola con le mani) ponete la farina manitoba (o 0) e la farina 00 (4), lo zucchero semolato e il latte in polvere (5-6),
Saccottini
il lievito disciolto in acqua (7) e il burro, tagliato a pezzi e ammorbidito a temperatura ambiente (8). Azionate la foglia a velocità media e versate a filo l'acqua con il sale. Quando tutti gli ingredienti si saranno raggruppati intorno alla foglia, pulitela e sostituitela con il gancio (9) con cui impasterete, a velocità media, per circa 10 minuti, fino a che l’impasto non si stacchi dalle pareti della ciotola e si incordi al gancio. Durante i 10 minuti staccate la pasta dal gancio, capovolgetelo e riprendete ad impastare.
Saccottini
Versate l’impasto su di una spianatoia infarinata, lavoratelo con le mani per renderlo più liscio (10) quindi date al panetto una forma rettangolare (11). Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigorifero per almeno 2 ore (12).
Saccottini
Dopo questo tempo, l'impasto sarà molto compatto al tatto ma lavorabile: tiratelo con un mattarello (13), conferendogli una forma rettangolare, delle dimensioni di circa 45x25 cm, e uno spessore di circa 8 mm (14). Per aiutarvi a seguire correttamente le misure, potete tagliare un rettangolo di carta forno, delle dimensioni richieste, e prenderlo come modello. Ora dovrete inziare la fase della sfogliatura: per una riuscita perfetta dovrete lavorare ad una temperatura ambiente che non superi i 20°. Prendete il panetto di burro da 250 gr dal frigorifero (deve essere freddo da frigo) e ponetelo tra due fogli di carta da forno (se lo avete utilizzato, usate il foglio tagliato come modello ripiegato a metà) (15).
Saccottini
Stendete il burro in un rettangolo, che deve essere la metà della sfoglia di impasto (circa 25x20): battetelo con movimenti decisi con il mattarello per renderlo più lavorabile (16) e poi stendetelo (17). Per regolarizzarlo, compattate i lati con una paletta d'acciaio. Se durante queste operazioni, il burro diventa troppo molle, mettelo in frigorifero per qualche minuto, in modo che ridiventi duro. Ponete il burro sulla parte inferiore della sfoglia di pasta lievitata (18),
Saccottini
ripiegate la restante pasta sul burro, affinché sia completamente ricoperto (19). Girate la pasta di un quarto di giro, in modo da avere la chiusura sul lato destro (20), e richiudete i bordi premendo leggermente con le dita. Tirate la pasta nuovamente, portandola alle dimensioni precedenti e ottenendo uno spessore di 6-7 mm (21). Fate attenzione che il burro non fuoriesca.
Saccottini
Prendete la parte inferiore della sfoglia e piegatela finchè arrivi a 2/3 della pasta (22), poi piegate la parte superiore affinchè appoggi a filo su quella inferiore (23) quindi piegate il rettangolo ottenuto su se stesso (24).
Saccottini
Così avrete fatto la prima piegatura a 4 strati (25); pressate leggermente il panetto con le mani, tenendo sempre la chiusura dal lato destro (26); avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigorifero per almeno 1 ora (27).
Saccottini
Trascorso il tempo indicato, eliminate la pellicola e posizionate la pasta sul piano di lavoro leggermente infarinato, tenendo la piega sul lato destro. Tirate l’impasto con il mattarello (28), dandogli la forma rettangolare precedente e conferendogli uno spessore di 6-7 mm. Come fatto precedentemente, piegate un terzo della pasta, partendo dal lato inferiore e portandolo al centro (29), e ripiegate il rimanente terzo, in modo che si sovrapponga al lembo piegato precedentemente (30).
Saccottini
Questa è la piegatura a tre strati (31). Pressate leggermente con le mani, tenendo il lato della chiusura sulla destra (32), avvolgete il panetto con pellicola trasparente e mettete a riposare in frigorifero per un'altra ora (33).
Saccottini
Nel frattempo, preparate le barrette di cioccolato che vi serviranno per il ripieno. Prendete uno stampo rettangolare da plumcake, delle dimensioni di circa 8x10 cm (nella foto lo stampo è più lungo perchè abbiamo utilizzato una dose doppia di cioccolato ottenendo il doppio delle barrette da conservare per la preparazione di altri saccottini), spennellatelo con del burro ammorbidito e foderatelo con carta forno. Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria o al microonde e versatelo all’interno dello stampo (34), quindi fatelo raffreddare e indurire in frigorifero (dovreste ottenere uno spessore di circa mezzo cm). Quando sarà duro, estraete il rettangolo di cioccolato dallo stampo (35), (noi abbiamo usato uno stampo apribile ma con la carta da forno l'estrazione sarà lo stesso facile) e dividetelo, con un coltello a lama liscia, in barrette dal lato quadrato di mezzo cm (36) in modo da ottenerne almeno 20 (2 strisce per ogni saccottino).
Saccottini
Estraete la pasta dal frigorifero, ponetela sul piano di lavoro infarinato, con il lato della chiusura sulla destra, e questa volta stendetela in entrambe le direzioni per ottenere un grande rettangolo di 25x40 cm, dello spessore di 3-4 mm (37-38). Tagliate il rettangolo ottenuto in due parti uguali sulla lunghezza in modo da avere due rettangoli delle dimensioni di circa 12x40 cm (39).
Saccottini
Tagliate poi i due rettangoli in 5 parti uguali sul lato più lungo, ottenendo la stessa lunghezza della barretta, cioè 8 cm (40). Aiutatevi con un metro. Ponete la prima barretta a un cm di distanza dal bordo e arrotolate la pasta sulla barretta (41-42).
Saccottini
Posizionate l'altra barretta vicino al rotolo ottenuto (43) e continuate ad arrotolare fino ad avvolgere anche la seconda barretta, quindi finite di arrotolare il saccottino al cioccolato, avendo cura di posizionare la chiusura al di sotto di esso (44). Posizionate i saccottini ottenuti su di una placca foderata con carta forno (45), ricopriteli con pellicola trasparente e lasciateli lievitare a una temperatura che non superi i 24-26 gradi, per almeno 2 ore e mezza. Se volete prepararli per il mattino successivo, a questo punto lasciateli lievitare, ricoperti da pellicola, in frigorifero per tutta la notte.
Saccottini
Una volta lievitati (46), metteli in frigorifero ancora per mezz'ora, così che il burro nell'impasto sia ben duro, spennellateli poi con l’uovo sbattuto (47) e infornateli in forno statico preriscaldato a 190°- 200° per circa 15-20 minuti (forno ventilato 170°-180°) per 10-15 minuti). Se li avete tenuti in frigorifero tutta la notte, passateli direttamente in forno, dopo averli spennellati. Quando saranno ben dorati in superficie, sfornate i saccottini e fateli raffreddare su di una gratella! Prima di servirli, spolverizzateli con dello zucchero a velo ed ecco pronti i vostri buonissimi saccottini!!!

Conservazione

Potete conservare i saccottini, chiusi in un sacchetto di plastica, per 2-3 giorni.
Potete congelare i saccottini da cotti e poi riscaldarli in forno.

A presto Giò